INIZI

Giugno 2015, stress per il lavoro a mille, perdita di peso, necessità di trovare una valvola di sfogo. Però che fare di immediato, economico e con impegni non vincolanti? Come non pensare alla corsa? Però avevo smesso di correre anni fa, perché non ne avevo più voglia. E invece… Ricominciamo piano piano, ormai è luglio, fa caldo, lungomare, turisti… Tre-quattro km al giorno, male all’anca, male alle gambe, ma andiamo avanti tranquilli. I consigli di Simone, le rimembranze dei tempi andati… ma passare dai 400 m ai 4 km è un po’ diverso. Ma poi diventano 5, poi 6, poi 7… Piano piano torna la voglia, torna la forma, ci prendi gusto e vai… fino a farne anche 14 di km da sola sul lungomare illuminato dai lampioni e dai fari delle auto, con l’odore del mare, la musica nelle orecchie, il vento, l’afa, il freddo, il caldo, la pioggia, il buio, il sole, incrociando qualche altro runner, evitando i turisti e le biciclette… e poi il ritorno alle gare, prima non competitive e poi con la Rimini Marathon… avevo detto che non avrei corso mai più, e infatti…

Facebook Comments

Share