La Mezza d’Italia, Imola

Ci avevano detto che si trattava di un percorso veloce, buono per fare il “personal best”. 4 giri nel circuito di Imola, per una mezza maratona promossa da “Re Giorgio” Calcaterra. C’era tutti gli elementi per fare una bella gara. Ma c’erano anche le salite e nessuno ce l’aveva detto. Come se non bastasse un forte vento a folate ti fermava in discesa appena superata l’ultima salita.
Però medaglia e t-shirt sono belle.

Giornata soleggiata ma con un vento fortissimo che dava quasi fastidio anche quando era a favore. Il giro fatto al contrario rispetto a quello fatto dalla Formula 1 perché le salite così “erano più facili”. Alla vista della prima salita, il commento più gettonato è stato “E sticazzi”… ed eravamo solo al primo giro. Ormai ho capito che le salite non sono il mio forte e neanche le discese col vento contro scherzano, ma alla fine anche questi 4 giri passano e faccio lo stesso tempo fatto a Bologna dove pioveva ma era tutto in piano. La ripresa continua. 

Facebook Comments

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *