Prima uscita a 40 giorni dall’infortunio di Verona

Prima uscita a 40 giorni dall’infortunio di Verona. Più di un mese di cyclette, fisioterapia e tecarterapia per “ricucire” 3 cm di strappo ai gemelli del polpaccio destro. Una sgambata fra l’euforia e il timore di sentire anche solo il minimo pizzicore al muscolo (con un fanculo in canna pronto ad esplodere). 5 km sono ancora pochi per avere una “panoramica” reale, ma nonostante la lunga pausa le sensazioni sono buone. La strada è ancora lunga, ma la cyclette ha fatto il suo “sporco” lavoro e soprattutto il fisioterapista ha fatto un eccellente lavoro (e ancora non ha finito!). Mi mancano le uscite con Stefano ed Andreina, mi mancano le podistiche della domenica (non da spettatore), mi mancano le volate sul lungomare e sotto l’Arco d’Augusto… Adesso un’altra ecografia, una settimana di rodaggio con uscite ancora brevi, e poi proviamo a preparare la mezza di Pescara del 20 maggio.

Facebook Comments

Share