Bilancio di metà anno

[Andre] Arrivati al 30 giugno posso dire di essere soddisfatta di quanto fatto finora. Ho fatto tutte le gare previste a fine 2017, anzi ne ho fatta anche qualcuna in più, tra cui la mezza di Forlì, il Giro della Torre di San Mauro, la Maratonina dei Laghi a Bellaria e la fantastica 15k Nocturna de Valencia. Devo dire che dopo questa gara ero molto stanca, non tanto per la corsa, quanto per il lavoro, in quanto la fine della scuola con i bambini, fa iniziare il periodo dedicato alla burocrazia che non amo molto. In più la preparazione del saggio di danza di Claudia mi ha rubato molto tempo e la sera manco avevo voglia di uscire. Pian piano sono uscita da questo tunnel e ho pure incominciato ad allenarmi in salita, pur non avendo ancora capito chi me lo fa fare, o forse sì… Me li ricordo gli allenamenti in salita, quelli fatti di sabato pomeriggio perché il mio allenatore non lavorava e quindi ci portava in collina a fare andature e ripetute, con la gente che ci guardava incuriosita, in un misto di meraviglia e compassione, che dipendeva dal fatto di essere a inizio o fine allenamento. Però alla fine “te le ritrovavi” nelle gare in piano, con le gambe più leggere e scattanti e una maggiore resistenza alla fatica. Vediamo se funzionerà anche ora… Intanto per lo meno mi godo il panorama che si vede appena si sale sulle colline di Rimini. Durante l’estate farò gare solo se ne avrò voglia, mentre continuerò con un costante allenamento. A settembre mi attendono 3 mezze maratone: Bologna, Roma e Ferrara, a novembre Ravenna, a dicembre Voltana e Pisa. Ci solletica l’idea di una 30 km a metà ottobre da Clusone ad Alzano (BG), ci sarà la classica River Run organizzata dalla mia società e la Cheursa di Bech a Santarcangelo. Vediamo che riusciamo a fare, l’importante è divertirsi. Hasta el running siempre!

Facebook Comments

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *